Condensatore: il modo in cui funziona

Come funziona un essiccatore a condensatore, che differenza c'è con l'essiccatore a pompa di calore e quali componenti di un essiccatore a condensatore sono descritti in dettaglio in questo articolo.

Costruzione dell'essiccatore a condensatore

L'essiccatore del condensatore è costituito da un tamburo rotante all'interno. Questo tamburo viene spostato da un motore e un'unità di azionamento.

Per generare aria calda, è presente un'unità di riscaldamento all'interno dell'essiccatore. Ci sono anche uno scambiatore di calore, linee di aria di alimentazione e un condensatore.

Il risultato nell'acqua del condensatore viene raccolto nel serbatoio del condensatore. Su alcuni modelli, c'è anche un dispositivo che consente di scaricare la condensa direttamente tramite un tubo.

Per controllare i Kondenstrockners è un'unità di controllo elettronica, che è in comunicazione con il selettore del programma. Per determinare la rispettiva umidità residua della biancheria servono i cosiddetti sensori di umidità residua. Iniziano anche l'arresto del programma quando il bucato ha raggiunto il livello di asciugatura desiderato e impostato.

Asciugare la sequenza funzionale durante il lavaggio

Quando il bucato viene caricato e la porta è chiusa, è possibile selezionare il programma che corrisponde alla biancheria e al grado di asciugatura desiderato.

L'aria di alimentazione viene ora riscaldata e soffiata sopra il bucato, che si trova nel tamburo e viene spostato. L'aria calda può assorbire più umidità dell'aria fredda. Simile al processo di asciugatura, l'aria calda che investe la biancheria assorbe l'umidità dal bucato.

L'aria riscaldata e umida viene ora rapidamente raffreddata dall'aria fredda di alimentazione del condensatore. Di conseguenza, l'aria ora più fredda non può più trattenere l'umidità immagazzinata in essa. L'umidità si condensa e viene raccolta nel serbatoio del condensatore.

Nel frattempo, l'aria di rinnovo viene nuovamente riscaldata e soffiata sul bucato. Il processo viene ripetuto fino a quando i sensori di umidità residua segnalano un grado sufficiente di asciugatura della biancheria.

Poiché l'aria è deumidificata nel condensatore all'interno dell'unità, non è necessario scaricarla, come nell'essiccatore dell'aria di scarico. Non è quindi necessario per il tubo di scarico dell'essiccatore del condensatore o il tubo di scarico. Può anche essere utilizzato in ambienti chiusi.

Dopo il processo di essiccazione, il serbatoio della condensa deve essere svuotato, con alcuni modelli, l'acqua condensata viene pompata direttamente nello scarico. Lo svuotamento dopo ogni ciclo di asciugatura è quindi superfluo.

Differenze nell'essiccatore della pompa di calore

L'essiccatore a pompa di calore è anche un essiccatore a condensazione. Di nuovo, l'aria calda viene raffreddata e l'umidità contenuta si condensa.

La differenza, tuttavia, è che il calore viene estratto dall'aria calda per mezzo di una pompa di calore (scambiatore di calore), e questo calore viene trasferito all'aria di mandata fresca.

Dopo il primo riscaldamento, il calore viene praticamente "riciclato" ancora e ancora, non è necessario riscaldarlo ogni volta. Ciò si traduce in un risparmio energetico fino al 50 percento rispetto ai tradizionali essiccatori di condensa.

Consigli e trucchi

Tuttavia, gli alti risparmi energetici possono essere previsti solo dopo molti anni a causa dei costi iniziali molto più elevati e, probabilmente, della maggiore suscettibilità agli errori. Calcola innanzitutto i possibili risparmi prima di prendere una decisione di acquisto.

Scheda Video: Condensatori! Cosa sono e come funzionano