Corrosione da contatto: cos'è e come lo si evita?


La corrosione da contatto è un fenomeno che si verifica molto spesso inaspettatamente. La corrosione da contatto può anche causare la ruggine e persino la ruggine dei metalli resistenti alla ruggine. Quali forme formano la corrosione da contatto, quali forze chimiche ed elettriche si verificano e come evitarle, puoi leggere in dettaglio in questo articolo.

Potenziali elettrici dei metalli

Ogni metallo e ogni lega ha un certo potenziale elettrico. Varia a seconda dei componenti della lega.

D'altra parte, i metalli puri possono essere facilmente disposti nelle cosiddette serie di sollecitazioni. I metalli molto basici, come il magnesio, hanno un potenziale molto basso, più il metallo è nobile, maggiore è lo stress residuo. Per panoramica alcuni valori:

  • Magnesio circa -2 V
  • Lo zinco è di circa -1 V
  • Alluminio -1,5 V
  • Ferro -0,5 V
  • Rame +0,5 V
  • Argento + 0,8 V
  • Oro + 1,5 V

Le leghe di metalli diversi hanno un potenziale che si trova tra quelli di metalli puri. Deve essere determinato separatamente per ogni lega. Per l'acciaio, tuttavia, esistono, ad esempio, tabelle estese a seconda della qualità dell'acciaio.

Celle galvaniche

Se due metalli diversi sono uno accanto all'altro, tra i metalli si crea una differenza di potenziale. Se entrambi i metalli sono collegati tramite un conduttore elettrolitico (che può anche essere acqua), viene creata una cosiddetta cella galvanica.

La differenza di potenziale e il conduttore elettrolitico fanno sì che la cella galvanica si comporti come una piccola batteria. Maggiore è la differenza di potenziale e più alta è la conduttività dell'elettrolito, più efficace è la batteria. Qui puoi leggere la diversa conduttività dell'acqua piovana, dell'acqua salata e dell'acqua del rubinetto.

Origine della corrosione

La corrosione inizia quando l'elettricità inizia a fluire all'interno della cella galvanica improvvisata. In questo caso, gli ioni metallici vanno in soluzione da uno o entrambi i metalli. Lo strato superficiale del metallo viene modificato dall'azione elettrica e si può verificare corrosione.

Il processo stesso è complesso, ma assomiglia alla ruggine del ferro. Con l'ulteriore esposizione della cella galvanica alle superfici metalliche e mediante altri processi di ossidazione, la corrosione progredisce rapidamente.

Corrosione selettiva

La corrosione selettiva è un caso speciale. Qui, i metalli di una lega reagiscono non con un altro metallo, ma con se stesso, come nel caso del rame e dello zinco in ottone. Qui, la reazione con un conduttore elettrolitico può portare alla corrosione da contatto all'interno della struttura di corrosione.

Il risultato è quindi la cosiddetta corrosione inter-cristallina o trans-cristallina del pezzo. Durante la lavorazione e l'ulteriore lavorazione, questo effetto deve essere considerato, poiché la corrosione intercristallina può alterare notevolmente le proprietà meccaniche del pezzo e può portare a fratture.

Evitare la corrosione da contatto

I fattori di intervento per la corrosione da contatto sono:

  • prossimità spaziale di due metalli con potenziale differenza
  • Presenza di un conduttore elettrolitico (può anche essere aria umida!)
  • i due metalli non formano strati di copertura che inibiscono la corrosione

Se uno dei fattori viene eliminato, la corrosione da contatto può essere prevenuta.

In pratica, questo significa sempre che quando si scelgono i materiali, è importante assicurarsi che i metalli contigui e dissimili abbiano solo una minima differenza nel loro potenziale. Inoltre, si può garantire che la conducibilità elettrica dell'elettrolita sia ridotta al minimo.

Naturalmente, è meglio incorporare interstrati appropriati quando si utilizzano metalli diversi, o evitare l'uso di diversi tipi di metalli o leghe affiancate per nulla in modo costruttivo. Ma non sarà sempre possibile.

Viti e dadi

I collegamenti a vite sono un problema particolare: le viti e i dadi realizzati con un altro tipo di metallo utilizzato per fissare metalli o lamiere possono anche essere la causa della corrosione da contatto.

Inoltre, può essere preso in considerazione anche il rischio di corrosione interstiziale dovuta allo spazio tra vite e metallo.

In questo caso, ci sono spesso problemi con la selezione dei materiali. Sebbene la sigillatura delle connessioni a vite offra protezione contro la corrosione interstiziale, spesso non fornisce una protezione sufficiente contro la corrosione da contatto. In singoli casi, il problema deve essere già considerato nella progettazione e ridotto al minimo possibile.

Consigli e trucchi

Prestare sempre attenzione a quali metalli si usano affiancati o insieme, e controllare sempre quale materiale sono i dadi e le viti che si stanno utilizzando.


Scheda Video: NON mischiare la CANDEGGINA con...