Età del rame

È noto che il rame sviluppa una patina intensiva nel corso degli anni, specialmente in caso di condizioni meteorologiche avverse. Questo strato di ossidazione varia tra diverse tonalità di marrone e nero profondo, inoltre c'è anche la patina verde. Come acceleri questo processo e invecchi artificialmente più velocemente, abbiamo riassunto per te qui sotto.

Lo strato passivo sui metalli

Il rame si ossida in combinazione con l'ossigeno e altre sostanze come qualsiasi altro metallo. Per molti metalli, incluso il rame, questo crea un cosiddetto strato passivo, che protegge il rame da ulteriore ossidazione.

A seconda delle circostanze, delle influenze e dei tempi, questo strato di ossido varia dal marrone scuro al marrone scuro al nero lucido. Agendo, può anche arrivare a una patina verde. Le miscele di rame (carbonato-solfato-cloruro) -idrossido scolorano il verde di rame a causa delle condizioni meteorologiche.

La cristallizzazione dei sali di rame non fa parte della patina

Nell'ulteriore corso, i sali di rame registrati, ad esempio in acido acetico, cristallizzano e portano a un colore verde intenso. Questo colore verde, che viene definito come verderame, non ha nulla a che fare con la formazione di una patina per ossidazione. Come già accennato, questi sono, ad esempio, sali di rame disciolti in acido acetico, che si cristallizzano.

Ma la confusione è così grande perché la patina verde naturale è colloquialmente, ma solo falsamente, indicata anche come verderame. Esistono notevoli differenze tra i due prodotti: mentre lo strato di invecchiamento verde o patina non è tossico, il verderame è leggermente tossico.

L'invecchiamento del rame

Di conseguenza, l'invecchiamento del rame descrive spesso la formazione del verderame, ad esempio quando il rame è sospeso sull'acido acetico e dopo qualche tempo i sali di rame si cristallizzano sulla superficie del rame. Tuttavia, a causa della tossicità del verderame, si dovrebbe evitare questo effetto nella maggior parte dei casi. Tuttavia, descriviamo i metodi più comuni di seguito:

  • con ammoniaca e calore
  • fegato di zolfo
  • soluzione di soda
  • Aceto, sale non iodato, ammoniaca

Lavori preparatori prima dell'invecchiamento del rame

Tutte le procedure presuppongono che il rame venga accuratamente pulito prima dell'invecchiamento. In particolare, oli e grassi devono essere completamente rimossi dalla superficie di rame. Buono per etanolo etanolo (alcool) o un detergente per vetri a base di ammoniaca.

Il rame viene quindi spruzzato e quindi pulito e asciugato con un panno che non si sfalda. Per evitare che la tensione superficiale si sviluppi, la superficie di rame viene spruzzata ancora una volta con il detergente per vetri (a base di ammoniaca!) Dopo la pulizia, ma questa volta non viene cancellato.

Rame con età dell'ammoniaca

L'ammoniaca si presenta in un vecchio vetro con un tappo a vite in metallo, ad esempio un bicchiere di cetriolo. Quanto basta che il terreno sia coperto. Ora la parte in rame invecchiata è attaccata a un filo. Nel coperchio del vetro arriva un piccolo foro per far passare il filo. Quindi il pezzo di rame è appeso sopra l'ammoniaca (non immerso!) Per 24 ore e il vetro è chiuso.

Il giorno dopo, il rame viene rimosso dal filo e riscaldato con cura con una torcia a gas (fiamma ossidrica), ma non troppo veloce e non troppo intenso (mai fino a che non brilla), più come tubi di rame per saldatura. A seconda della frequenza dell'intero processo e dell'intensità del riscaldamento del rame, la patina varia dal marrone chiaro al marrone intenso al verde tipico.

Soluzione di idrossido di sodio o soluzione di sale, aceto e ammoniaca

Entrambe le tecniche funzionano allo stesso modo. Il rapporto di miscelazione è saturato con la soluzione di idrossido di sodio, quindi molta soda, fino a quando l'acqua non può assorbirne di più. Il rapporto di miscelazione per l'altra soluzione sarebbe una parte di sale non iodato a due parti di ammoniaca in quattro parti di aceto. Ciascuna di queste soluzioni viene applicata con un flacone spray.

Quindi la parte in rame si trova al meglio in una busta di plastica che può essere sigillata ermeticamente in un luogo caldo (è necessaria un'alta umidità nel sacchetto di plastica). Bisogna fare attenzione che la plastica non tocchi il rame per garantire anche la patina.

Tintura attraverso l'invecchiamento del rame artificiale

Con la soluzione di soda si ottiene una patina marrone, con la soluzione di aceto-sale-ammoniaca, il rame diventa marrone per invecchiamento artificiale e successivamente verde (a seconda dell'intensità o della frequenza del processo di invecchiamento).

Consigli e trucchi

Questi strati di invecchiamento non sono meccanicamente stabili, ma non estremamente alti. Chi vuole proteggere la sua patina in modo permanente, dovrebbe dipingere il rame per protezione. Le vernici Zapon sono utilizzate per questo scopo. Tuttavia, questi non sono anche durevoli. Le parti in rame così patinate devono quindi essere verniciate ancora e ancora ad intervalli appropriati.

Scheda Video: La metallurgia dal neolitico all'età del rame