Protezione anticorrosione in acciaio


L'acciaio come metallo di ferro deve essere assolutamente protetto dalla corrosione. A tale scopo sono adatti vari mezzi. Che cosa è possibile utilizzare, quali tipi di acciaio non hanno bisogno di protezione aggiuntiva e quali svantaggi possono avere alcune misure di protezione, troverete in dettaglio in questo articolo.

Acciai inossidabili

Gli acciai inossidabili non necessitano di una protezione speciale. Come tutti i metalli non ferrosi, formano uno strato di ossido che li protegge dagli agenti corrosivi dall'ambiente.

Gli acciai inossidabili sono fatti di leghe speciali. A seconda del tipo di lega, lo strato di ossido è più o meno stabile. Non tutti gli acciai inossidabili e gli acciai inossidabili sono ugualmente resistenti alla corrosione. I più resistenti alla corrosione sono gli acciai altolegati con un alto contenuto di cromo o nichel.

Ci sono anche alcuni tipi di acciaio particolarmente resistenti come Inox o Nirosta. Infatti, sono difficilmente colpiti dalla corrosione anche in condizioni difficili.

L'acciaio inossidabile è anche molto resistente alla corrosione nella maggior parte dei casi. Questo è particolarmente vero per gli acciai inossidabili ad alta lega.

Protezione passiva dalla corrosione

La protezione passiva dalla corrosione viene solitamente ottenuta mediante zincatura dell'acciaio. La zincatura a caldo è un metodo molto efficace perché produce spessori di strato molto più alti rispetto ad altri processi.

I rivestimenti in zinco tradizionali sono anche usati per acciaio non legato. Inoltre, la verniciatura rappresenta anche una protezione anticorrosione passiva, che viene spesso utilizzata nell'acciaio. Spesso sono combinati diversi metodi.

Protezione anticorrosione attiva

Nelle caldaie, che hanno un contenitore di acciaio, vengono sempre utilizzati gli anodi sacrificali. Il risultato è che non l'acciaio si corrode, ma invece l'anodo sacrificale, perché è costituito da un metallo meno nobile, principalmente magnesio. Questa protezione è necessaria perché l'acciaio, che è costantemente in contatto con l'acqua, si arrugginirebbe in un secondo tempo dopo breve tempo.

In alternativa, si può anche usare un cosiddetto anodo di corrente esterno. Non deve essere rinnovato su base continuativa, poiché la corrente non proviene dall'anodo, ma da una fonte esterna. Questo rappresenta un anticipo.

Consigli e trucchi

Accertarsi sempre che le viti in acciaio possano causare corrosione da contatto se utilizzate con altri metalli. Potrebbe quindi essere necessario assicurarsi che le viti siano completamente isolate dagli altri metalli e sigillate abbastanza bene. Ma puoi anche scegliere viti compatibili migliori per il montaggio.


Scheda Video: Protezione antiruggine ed anticorrosione di manufatti d'acciaio