Progettare il riscaldamento a pavimento


Lo strato isolante viene applicato e il massetto galleggiante ordinato, che racchiude il riscaldamento a pavimento e sarà a tenuta d'aria per una dissipazione ottimale del calore.
Prima della progettazione pianificata del riscaldamento a pavimento, è necessario tenere conto di fattori importanti, in modo da poter optare per un lavoro professionale con un'elevata produzione di calore e bassi consumi. La distanza di posa deve essere uniforme e secondo le raccomandazioni del produttore. Quando si pianifica un riscaldamento nel pavimento, è consigliabile eseguire preventivamente un calcolo corretto e conoscere la formula dell'emissione di calore secondo DIN EN 1264.

Salva i costi con il calcolo corretto

I pregiudizi, nel vecchio edificio o nella vecchia casa, il riscaldamento nel pavimento non sarebbero efficaci e comporterebbero costi elevati, sarebbero obsoleti e non corrisponderebbero alla verità. Non solo nel nuovo edificio, ma anche nel vecchio edificio aiuta a risparmiare riscaldamento a pavimento e consente un uso particolarmente efficiente dell'energia. Chiunque gestisca il riscaldamento a pavimento tramite una piccola centrale elettrica domestica otterrà un'elevata efficienza energetica e ridurrà in modo permanente il costo del calore a causa della bassa temperatura di mandata richiesta per il riscaldamento a pavimento come il riscaldamento a pavimento. Secondo DIN, la potenza termica tramite riscaldamento a pavimento viene calcolata utilizzando la seguente formula: q = 8,92 (tFB, m-ti) 1,1
Un calcolo esatto non è necessario perché in genere una stima fornisce sufficienti informazioni sulla dimensione e le condizioni necessarie del riscaldamento a pavimento, con cui la temperatura ambiente desiderata viene raggiunta in modo efficiente dal punto di vista energetico.

Il design corretto determina la potenza termica desiderata

Calcolando la domanda, è stato indicato in quale distanza di posa devono essere disposti i cavi scaldanti. Troppe distanze ridurrebbe la dissipazione del calore, ma le distanze troppo basse causerebbero troppo calore nel pavimento. Le opzioni di emissione di calore calcolate con la formula vengono raggiunte solo se la distanza non si discosta di più di 1 centimetro dallo standard DIN specificato. Tuttavia, la formula si applica solo ai rivestimenti isotermici del pavimento che vengono applicati sopra il riscaldamento a pavimento. Con un tappeto molto spesso e quindi impermeabile al calore, è necessario ridurre le distanze e ottenere dalla minore distanza di installazione che si ottiene facilmente la temperatura ambiente desiderata. Più basso è il coefficiente di resistenza della superficie visibile, più si devono generare le distanze di installazione del riscaldamento a pavimento. Quando si pianifica e si calcola, non solo lo standard DIN, ma anche il rivestimento del pavimento desiderato devono essere considerati e quindi consentono un calcolo perfetto del riscaldamento a pavimento.

Osservare le differenze nella conduzione del calore dei rivestimenti superficiali

A seconda della copertura desiderata, è necessario considerare la conduzione del calore. Un tappeto spesso, ad esempio, conduce peggio di un pavimento in legno o pietra naturale. Pertanto, è consigliabile non solo nella nuova progettazione di un riscaldamento a pavimento, ma anche nel rinnovo dello strato superiore, per ricalcolare l'efficienza del riscaldamento a pavimento e regolare la superficie. Se un progetto veniva originariamente realizzato sotto un tappeto spesso, che ora deve essere sostituito da un elegante pavimento in legno, la mancanza di adattamento del riscaldamento a pavimento può comportare il fatto che il pavimento in legno si deformi e batte a causa di alte ondate di calore.
Il moderno riscaldamento a pavimento, progettato per calcolare e calcolare con precisione tutti i fattori importanti, può far risparmiare un sacco di energia e ridurre il costo del riscaldamento in modo costante e permanente.


Scheda Video: Un impianto a pavimento così...non si vede spesso!