La lampada a risparmio energetico puzza - perché?


Quando una lampada a basso consumo emette odori sgradevoli, può avere diverse ragioni. Quali odori provengono da dove e quale inquinamento dell'aria interna causato da lampade a risparmio energetico, spieghiamo in dettaglio in questo articolo.

Odori quando soffia attraverso

Quando una lampada a risparmio energetico si rompe e brucia, gli odori forti non sono rari. Di regola, questi sono due odori specifici:

  • durchgeschmorte elettronica nella lampada
  • Condensato dall'ELKO

L'elettronica bruciata ha un tipico odore sempre facilmente riconoscibile. Se è così, di solito non ti preoccuperai molto.

Gli odori da un condensatore elettrolitico distrutto (ELKO), che può essere molto cattivo, spesso causano preoccupazione. In generale, il condensato uscente dal condensatore formato da un liquido elettrolitico è innocuo - ha un odore solo molto sgradevole. L'odore si verifica quando l'ELKO si surriscalda e si rompe in un punto di rottura designato per consentire al fluido in espansione di fuoriuscire (all'interno della lampada).

Vapori e odori durante il funzionamento

Una lampada a risparmio energetico in funzione rilascia numerose sostanze e vapori. I più noti sono i fenoli, che possono anche essere dannosi (cancerogeni). Tuttavia, i limiti per una concentrazione dannosa nell'aria interna non vengono mai raggiunti o superati durante le misurazioni.

Ciò si applica anche ad altre sostanze tossiche o potenzialmente tossiche contenute nella lampada a risparmio energetico che può fuoriuscire durante il funzionamento, e quindi causare quelle estremamente cattive. Le misurazioni hanno sempre dimostrato che i limiti ammissibili per le singole sostanze sono sempre ben al di sotto.

Inquinamento e odore di VOC

Le lampade a risparmio energetico emettono anche una quantità chiaramente misurabile di COV nell'aria della stanza. Questi sono composti organici ad azione rapida che sono anche associati a compromissione della concentrazione, mal di testa, affaticamento e nausea.

Persino i classici solventi (ad esempio rivestimenti per pavimenti o pitture murali) contengono spesso VOC e li rilasciano costantemente nell'aria della stanza. Sebbene la quantità di VOC emessi da lampade a risparmio energetico sia ben al di sotto del valore massimo consentito, contribuisce tuttavia a un deterioramento dell'aria nell'ambiente, specialmente in combinazione con altre fonti di COV, ad esempio nei materiali da costruzione.

L'odore della lampada non è una misura del livello di inquinamento da VOC. Anche le lampade che hanno un odore piccolo, ma possono ancora feudetzen molti VOC.

Consigli e trucchi

Considerati i numerosi ingredienti gifgigen e lo smaltimento ingombrante, vale la pena sostituire le problematiche lampade a risparmio energetico con le moderne luci a LED.


Scheda Video: Come evitare lo sfarfallamento delle lampade a risparmio - Pillola N.14 di Materiale Elettrico