Riscaldamento: riempire con acqua - riempimento di riscaldamento


Quale pressione minima è richiesta?

Riscaldamento: riempire con acqua - riempimento di riscaldamento: acqua

Il senso di una corretta pressione dell'impianto di riscaldamento è la garanzia che l'acqua raggiunga realmente la parte superiore del riscaldamento. Pertanto, è importante conoscere la differenza di altezza tra il manometro e l'altezza del riscaldatore. Questa altezza in metri viene moltiplicata per il fattore 0,1 e dà la pressione minimal'acqua raggiunge un sistema aperto.

Se necessario, questo valore può anche essere determinato senza altezza nota. A tale scopo, il circuito di riscaldamento viene aperto nel punto più alto fino a quando non fuoriesce più acqua. La pressione visualizzata indica ora la pressione minima che verrà creata quando il riscaldatore viene riempito verso l'alto con acqua. In teoria, questa determinata pressione sarebbe sufficiente.

In una casa con tre piani di 3 metri ciascuno, la pressione sarebbe di circa 0,6 bar. Il valore è 2 m nel primo piano, poiché il manometro probabilmente non è a terra, ma è montato ad un'altezza di circa 1 m. Il secondo piano viene contato continuamente con 3 m, poiché la colonna d'acqua è costantemente fino al terzo piano, in cui la parte superiore del riscaldamento o il punto più alto si trova in circa 1 m di soffitto. Insieme, questo si traduce in 6 m di differenza di altezza - il valore può naturalmente variare in base alle circostanze. Tuttavia, l'esempio di calcolo mostra che una pressione dell'acqua significativamente più alta ha poco senso e sollecita inutilmente il sistema di riscaldamento.

Nota: differenza di altezza tra il manometro e il punto più alto del riscaldamento moltiplicato per 0,1 = pressione minima richiesta.

Perché anche una pressione dell'acqua nell'impianto di riscaldamento?

Un riscaldatore deve riscaldare l'acqua, che viene riscaldata e pompata attraverso l'impianto di riscaldamento. Se manca quest'acqua, il calore non può essere trasportato e rilasciato nel radiatore. Ma perché l'impianto di riscaldamento ha bisogno di una pressione operativa per questo?

In realtà, un sistema di riscaldamento non richiede pressione, questo viene determinato automaticamente dal peso dell'acqua e dall'altezza dell'intero sistema di riscaldamento - tra il manometro e il punto più alto di riscaldamento. Un metro di differenza di altezza crea una pressione di 0,1 bar. In una casa con un'altezza della linea totale di 6 m, si ottiene una pressione di 0,6 bar. Se questo è raggiunto, è garantito che la colonna d'acqua si trova ad un'altezza di 6 m. L'esempio mostra che non ci sono somme forfettarie per ogni sistema di riscaldamento. Sebbene sia spesso consigliato un valore di 1,5 bar, questa è solo una media che funziona il più possibile nelle case unifamiliari.

Che ruolo gioca il serbatoio di espansione?

L'acqua, come molte altre sostanze, si espande quando viene riscaldata. Tuttavia, poiché l'acqua non può essere compressa, questa espansione porterebbe ad un'enorme sovrapressione, che può danneggiare il sistema di riscaldamento. Il vaso di espansione è in grado di compensare la sovrapressione.

Riscaldamento: riempire con acqua - riempimento di riscaldamento: riempimento

Impianto per il trattamento dell'acqua di riscaldamento

I serbatoi di espansione sono costituiti da un contenitore metallico ermetico in cui è presente una bolla di gomma che riempie l'espansione dell'acqua. Il cuscino d'aria tra l'alloggiamento e la camera d'aria in gomma offre spazio per accogliere l'espansione della vescica. Una pressione dell'aria preimpostata nell'alloggiamento consente inoltre di mantenere costante la pressione dell'acqua nel circuito di riscaldamento. Se, ad esempio, la pressione dell'aria nel serbatoio è di 1,5 bar, viene assorbita una pressione dell'acqua opposta superiore a 1,5 bar e la pressione nel circuito di riscaldamento viene mantenuta costante a 1,5 bar.

Ma quanto dovrebbe essere alta la pressione preimpostata nel serbatoio di espansione? Nell'esempio è stato mostrato come calcolare la pressione minima dell'impianto di riscaldamento. Ogni metro di differenza di altezza nell'impianto di riscaldamento richiede 0,1 bar. Per sicurezza, 0,3 bar viene aggiunto alla pressione minima richiesta. Se la pressione minima è, ad esempio, 0,6 bar, ciò comporta una pressione dell'aria richiesta nel vaso di espansione di 0,9 bar. Il controllo della pressione nel vaso di espansione deve essere eseguito con impianto di riscaldamento aperto, senza pressione!

Molti manometri hanno già contrassegni verdi e rossi, che indicano una pressione operativa significativa. Questo è di solito tra 1 e 1,5 bar, che può certamente essere usato per una pressione minima richiesta più bassa. Tuttavia, è richiesta cautela. Più grande è il sistema di riscaldamento e più acqua c'è nel sistema, più questa acqua si espande. Se la pressione di esercizio preimpostata è troppo alta, il serbatoio di espansione non può più compensare la sovrapressione e la pressione nell'impianto di riscaldamento aumenta.

Preparare l'acqua di riscaldamento in conformità con la direttiva VDI 2035

Chi riempie la sua stufa con l'acqua del rubinetto, deve - a seconda della durezza dell'acqua - nel peggiore dei casi prevedere danni funzionali. L'acqua contenuta I minerali, come il calcio e il magnesio, portano a depositi di calcare nei tubi e nei radiatori, Di conseguenza, l'energia non viene più trasmessa senza ostacoli e il riscaldatore non è sufficientemente caldo. Inoltre, il solfato e il cloruro contenuti nell'acqua di rubinetto possono causare ulteriori malfunzionamenti - nel peggiore dei casi, il guasto del riscaldatore. Inoltre, l'acqua di riscaldamento non conforme alla direttiva VDI mette in pericolo le richieste di garanzia e di garanzia.

Per evitare danni, i valori limite per il valore pH e la durezza dell'acqua dell'acqua di riscaldamento sono validi secondo la direttiva VDI 2035. Se questi sono superati dalla normale acqua di rubinetto, un trattamento con acqua è inevitabile. A questo scopo, i produttori offrono varie soluzioni, ad esempio. B. un impianto di trattamento del sistema che elabora l'acqua di riscaldamento nel ciclo idrico esistente senza interrompere l'operazione. Inoltre, sono disponibili attrezzature per la demineralizzazione e stazioni di rifornimento per riscaldamento automatico.

Riempimento del riscaldamento secondo EN1717

Dal 1° agosto 2011, la norma europea DIN EN 1717 sostituisce la precedente DIN 1998, parte 4. La nuova ordinanza stabilisce che nel caso di un collegamento del tubo tra il bocchettone di riscaldamento e il rubinetto (o un altro raccordo che trasporta acqua) Il separatore di sistema deve essere utilizzato. Questo separatore di sistema impedisce il riflusso dell'acqua di riscaldamento dopo il riempimento e / o il risucchio, oltre a far entrare germi di germi e altre sostanze nocive nell'acqua potabile. Di conseguenza, il permesso dalla vecchia DIN 1988, parte 4 connessione a breve termine non è più consentito.

Nel caso di separatori di sistema, viene fatta una distinzione tra classe BA e CA: i separatori di sistema BA appartengono al gruppo B secondo EN1717 e sono dotati di un sistema a camera con zone di pressione controllabili che impediscono il ritorno dell'acqua di riscaldamento nella rete di acqua potabile. Sono utilizzati per la protezione fino alla categoria di liquidi 4 compresa, ovvero per il riscaldamento dell'acqua con gli ingredienti.

D'altra parte, i divisori di sistema CA sono assegnati al gruppo C. Hanno anche tre zone di pressione, ma possono essere utilizzate solo per il riempimento fino alla categoria di liquidi 3 compresa, ovvero per il riscaldamento dell'acqua senza ingredienti.

Installazione del separatore di sistema:

Prima di mettere in funzione il separatore di sistema BA o CA, il tubo deve essere completamente lavato. Successivamente, il modulo di separazione viene installato orizzontalmente, tenendo conto della direzione del flusso. In entrambi i casi, l'installazione dovrebbe essere priva di stress. Inoltre, è necessario osservare le istruzioni di installazione del produttore.

Riempire l'acqua di riscaldamento secondo DIN 1988, parte 4

Riscaldamento: riempire con acqua - riempimento di riscaldamento: riempimento

Tubo di alimentazione al rubinetto

1. Prima di riempire l'impianto di riscaldamento con acqua, utilizzare il Spegnere la pompa e aprire completamente tutte le valvole dei riscaldatori collegati.

Riscaldamento: riempire con acqua - riempimento di riscaldamento: riempimento

Tubo flessibile di aspirazione sul bocchettone di riempimento

2. Per riempire l'acqua mancante nel sistema di riscaldamento, collegare un normale tubo di alimentazione al raccordo del sistema di riscaldamento e ad un collegamento dell'acqua. Non stringere completamente la connessione sul bocchettone di riempimentoin modo che l'aria contenuta possa sfuggire.

3. Accendere con attenzione il rubinetto dell'acqua all'altra estremità del tubo e lasciare scorrere l'acqua fino a quando il tubo non è completamente pieno d'acqua e privo di aria. Un secchio o una ciotola cattura l'acqua che perde sul collo di riempimento sciolto.

Riscaldamento: riempire con acqua - riempimento di riscaldamento: acqua

Guarda il manometro

4. Ora collegare saldamente il tubo al sistema di riscaldamento e aprire la valvola al rubinetto in modo che il tubo di collegamento sia sotto pressione. Sotto stretta osservazione del manometro può ora aprire la valvola sul bocchettone di riempimento e riempire l'impianto di riscaldamento essere.

5. La pressione dell'acqua indicata aumenta fino al raggiungimento della pressione dell'aria preimpostata nel serbatoio di espansione. Più acqua non può essere reintegrata. Poiché il vaso di espansione equivale a un'ulteriore pressione, e quindi non indica più quando viene riempita troppa acqua, esattamente il punto deve essere regolato, dove si ferma il puntatore del manometro. Opzionalmente, il vaso di espansione può anche essere separato con una valvola a sfera. Anche in questo caso, non è necessario riempire più acqua fino a quando non viene raggiunta la pressione dell'aria impostata sul vaso di espansione. In questo caso, la pressione dell'acqua troppo alta verrebbe visualizzata dal manometro.

6. Quando è stata raggiunta la pressione di esercizio richiesta e, se necessario, il vaso di espansione è stato riaperto, l'impianto di riscaldamento può essere messo in funzione. Lascia questo tutto valvole termostatiche aprire e versare l'acqua attraverso i radiatori per alcuni minuti, Non è necessario riscaldare l'acqua mentre lo fa.

7. A causa del breve funzionamento, tutta l'acqua è stata messa in moto e probabilmente l'aria contenuta dovrebbe essere stata raccolta nei radiatori. Adesso è importante Controllare e sfiatare tutti i radiatori, Se fuoriesce aria o acqua, è necessario controllare la pressione sul manometro e, se necessario, reintegrare l'acqua.

suggerimento: Dopo aver riempito il sistema di riscaldamento, potrebbe essere necessario spurgare il riscaldamento. L'acqua di riscaldamento appena riempita ti farà sentire molto forte durante i primi giorni. Questo crea cuscini d'aria e l'acqua di riscaldamento inizia a agitare. Controllare nuovamente la pressione d'esercizio dopo alcuni giorni.

Pagine simili

  • Kastanienmännchen-Bastelanleitung - Fare animali con le castagne
  • Grondaie per ogni tipo di tetto e grondaia
  • Materiali da costruzione asciutti - malta secca e altri materiali per la casa
  • Spurgo del riscaldatore: istruzioni per la corretta ventilazione del radiatore
  • Crea da solo l'acqua distillata
  • Il riscaldamento è in attesa
  • Hai programmato le vacanze? Quindi il tuo giardino rimarrà bello fino al tuo ritorno!
  • Riscaldamento con il ghiaccio: il riscaldamento con ghiaccio
  • Cura del prato - Scarifying, Aerating, Sowing, Mulching, Fertilizing, Lawning and Watering
  • Risparmia energia: consigli per una maggiore efficienza energetica in casa
  • Bacino con pompa fuori acqua nel seminterrato
  • Riscaldamento modernizzazione
  • Suggerimenti per la cura delle varietà di orchidee
  • riscaldatore
  • filtri per l'acqua


Scheda Video: 5. Riempimento impianto con scambiatore separazione - uniTOWER