Ristrutturazione di vecchi edifici con finestre di plastica


Mentre la finestra di plastica nel nuovo settore delle costruzioni ha nel frattempo raggiunto una quota di mercato di oltre il 50%, il suo utilizzo in vecchi edifici è ancora più raro. Certo, le finestre di plastica per una costruzione che risale a prima del 1950 non sono contemporanee. Tuttavia, questa non è una finestra in legno o metallo con triplo vetro.

Chiunque desideri effettuare una ristrutturazione energeticamente sensibile dei vecchi edifici deve sempre trovare un compromesso tra la storia e le esigenze moderne. La vera arte qui è quella di trovare una soluzione che soddisfi le moderne esigenze in termini di isolamento termico e comfort, e allo stesso tempo strutturalmente in linea con la facciata storica. Per la moderna finestra in plastica offre anche possibilità molto interessanti.

La finestra di plastica come un'opportunità creativa nel vecchio edificio

Oggi non è un problema rappresentare dimensioni o forme insolite di finestre con finestre di plastica. Finestre molto alte, finestre strette o finestre con smussi e curve possono essere prodotte con moderni profili in plastica. Le forme rotonde sono ancora più facili da rappresentare con i profili di plastica che con il legno materiale e quindi più economici.

Quando si tratta di colorare, i giorni di finestre di plastica grigie o bianche sono finiti da tempo. Oggi i profili delle finestre sono fatti di plastica in tutti i colori. Il grande vantaggio qui: i profili delle finestre in plastica sono rivestiti resistenti nel rispettivo colore.

Oltre alla varietà di colori, le finestre in plastica sono disponibili anche in vari decori in legno o metallo. Pertanto, è possibile ottenere effetti ottici nella vecchia facciata dell'edificio che prendono sul serio la rivendicazione storica o enfatizzano o commentano con una controparte moderna. Un buon architetto troverà nella varietà di design delle finestre in plastica una soluzione ottimale per il design delle facciate nel vecchio edificio.

L'aspetto energetico del rinnovamento della facciata

Il risparmio energetico è un obiettivo importante nella ristrutturazione di vecchi edifici. Solo in questo modo possono essere raggiunti importanti obiettivi di protezione del clima, ma anche risparmi sui costi nell'energia di riscaldamento implementata. Inoltre, i finestrini ben isolati aumentano il comfort abitativo e riducono la formazione di condensa, creando alla fine stampi sulla muratura attorno alle finestre. Le finestre ben isolate contribuiscono non solo alla protezione del clima e ai risparmi, ma anche alla tutela della salute degli inquilini o dei proprietari. Allo stesso modo, il tessuto edilizio è protetto e l'oggetto immobiliare è così cresciuto in modo sostenibile in valore.

L'attuazione di obiettivi energetici con finestre di plastica

Tutti questi obiettivi possono essere implementati in modo ottimale con la generazione di finestre di plastica di oggi. Finestre in vetro con triplo vetro con corrispondenti profili del telaio e distanziali in plastica composita o acciaio inossidabile rivestito in plastica raggiungono valori U di 0,8 W / (m²K) o superiori. Questo è lo standard di casa passiva e corrisponde a una perdita di calore annuale per metro quadrato di area della finestra, che può essere generata con sette litri di olio combustibile.

Il cosiddetto "bordo caldo" creato sulle finestre con l'uso di moderni distanziatori tra la superficie del vetro e il telaio, impedisce una differenza di temperatura tra la superficie della finestra e il suo bordo. Pertanto, non vi è alcuna convezione davanti alla finestra, che è percepita come spiacevoli correnti fredde nella stanza. Le finestre in PVC standard passivo aumentano il comfort, risparmiano sui costi di riscaldamento e sono anche più economiche da acquistare rispetto ai loro concorrenti in legno o metallo.


Scheda Video: Come installare un serramento in pvc VEKA - Finestraitaliana