Rimozione di ruggine mediante elettrolisi - come funziona?

La ruggine è generata da processi elettrochimici sul metallo. Se queste reazioni redox si invertono nuovamente, la stessa procedura può essere utilizzata anche per antiruggine delle parti in ferro. Nella protezione anticorrosione attiva, gli stessi processi vengono utilizzati preventivamente. Di cosa hai bisogno per la rimozione della ruggine elettrolitica e come eseguire la procedura, puoi leggere qui.

Parti di ferro idonee

In linea di principio, tutte le parti di ferro corrose possono essere decalcificate mediante mezzi elettrolitici. È importante che ci sia ancora un nucleo di ferro stabile. Il pezzo di ferro non può ancora essere completamente arrugginito. Altrimenti si disintegrerebbe durante l'elettrolisi. Non importa se le parti sono in ferro battuto, ghisa o acciaio.

Anche i reperti archeologici possono essere delicatamente arrugginiti in questo modo. Il ferro corroso deve essere sempre tenuto leggermente umido fino a quando non si è arrugginito, ad esempio in un panno umido.

Un punto dovrebbe essere lucidato in modo che ci sia un contatto sufficiente. A questo punto viene applicato un filo, che deve essere verniciato con vernice (non deve avere contatto con l'elettrolita).

preparazione

Assicurati di utilizzare il materiale giusto. Per l'elettrolisi è necessaria una vasca adatta e l'elettrolito giusto. Ci sono elettroliti forti e deboli. Più forte è l'elettrolito, più forte è la conduttività e migliore è la rimozione della ruggine.

La forza dell'elettrolita indica il suo cosiddetto grado di dissociazione. Forti elettroliti sono molti alcali inorganici, come l'idrossido di sodio. Anche la soda è adatta per la rimozione della ruggine, ma l'efficienza è quindi inferiore.

Inoltre, deve essere disponibile una fonte di energia adeguatamente potente. Più grande è la parte in ferro, maggiore deve essere la corrente. Per le piccole parti sono sufficienti 1-2 ampere da un alimentatore, per le parti più grandi di ferro, la corrente dovrebbe essere più alta.

implementazione

La parte di ferro è collegata al catodo (polo negativo) della fonte di alimentazione. Come anodo si può usare una parte di acciaio VA, che ha in modo ottimale una superficie approssimativamente uguale alla parte in ferro. È collegato al polo positivo della fonte di alimentazione.

Non appena entrambe le parti si trovano nell'elettrolito e la corrente scorre, inizia la desaturazione della parte in ferro. Elettroliti più forti e correnti più elevate (fino a 20 ampere) riducono il tempo di antiruggine.

Consigli e trucchi

L'alimentatore che si sta utilizzando dovrebbe essere il più controllabile e resistente al cortocircuito possibile. Ciò evita il sovraccarico della fonte di energia.

Scheda Video: Rimuovere la ruggine Fai Da Te (Elettrolisi)