Sifone che perde - chi paga?


Danni all'impianto idrico e agli scarichi possono ripetersi. Chiunque sia responsabile in un appartamento in affitto per questi danni, e chi deve pagare la fattura per la sostituzione o la riparazione, leggere in dettaglio in questo post.

Posizione giuridica non sempre chiara

La domanda su chi deve pagare per quali riparazioni, non è sempre la risposta immediata e chiara. Ci possono essere anche diverse opzioni per le parti dell'impianto di acqua potabile e l'installazione delle acque reflue.

Fondamentalmente, puoi distinguere i seguenti scenari:

  • nessun accordo contrattuale speciale tra inquilino e proprietario, uso corretto
  • nessun uso contrattuale (ad esempio, tentativi di riparazione o di pulizia)
  • clausola di riparazione di piccole dimensioni esistente

Senza un accordo speciale, nessun uso improprio

Qui, in linea di principio, § 535 comma 1 del Codice Civile, in base al quale il proprietario deve ricevere la proprietà affittata in una condizione utilizzabile. In termini più semplici, ciò significa che il proprietario deve eseguire tutte le riparazioni necessarie e anche pagare. Poiché il sifone è essenziale per la funzione del lavandino o del lavello, e in caso di perdite potrebbero verificarsi danni all'acqua, la situazione legale è chiara.

Riparazioni da parte del proprietario, costi al proprietario.

Nessun uso contrattuale

Se il locatario è colpevole di appropriazione indebita del sifone, pulendolo o danneggiando il sigillo, il locatario non è più responsabile.

In questo caso, l'inquilino ha danneggiato l'oggetto (in questo caso il sifone), forse senza alcun intento malevolo, e quindi deve pagare per la sua riparazione o sostituzione. Qui è semplicemente la responsabilità generale per i danni.

Chiunque infligga danni alla sua proprietà deve pagare un risarcimento per questo. E tutte le parti di installazione sono ora una volta proprietà del proprietario.

Piccolo clausola di riparazione

In molte locazioni è inclusa una cosiddetta clausola di riparazione di piccole dimensioni, che obbliga l'inquilino a finanziare piccole riparazioni. Fino a un importo di 75 - 100 EUR per riparazione, di solito è consentito (o in totale fino al 6-8% del canone lordo annuo), almeno secondo la maggior parte delle decisioni giudiziarie.

Per una riparazione del sifone, il proprietario non può fare affidamento sul Kleinreparaturklausel, e per il seguente motivo: in base al Secondo decreto sul calcolo (§ 28 capoverso 3), la clausola di riparazione limitata si applica solo agli oggetti soggetti a un accesso frequente e diretto dal locatario sono". Ma non si può dire di un sifone.

In questo caso, quindi - anche con la clausola di riparazione di piccole dimensioni esistente - il costo è sempre il proprietario.

Consigli e trucchi

Certo, si può sempre essere d'accordo, se si è di buona volontà. Inoltre, lo sforzo o l'onere dei costi per la riparazione o la sostituzione del sifone è basso, se si fa semplicemente da soli come inquilino.


Scheda Video: SIFONE SMONTARE CAMBIARE SOSTITUIRE RIMONTARE TUTORIAL GUIDA COMPLETA