Lucidare correttamente un tubo di acciaio inossidabile


La lucidatura di tubi di acciaio inossidabile può avere diverse cause. Di conseguenza, devi differenziare il carico di lavoro. Abbiamo riassunto qui sotto a cosa prestare attenzione quando si lucida un tubo di acciaio inossidabile.

Proprietà di base dell'acciaio inossidabile

Quando si parla di acciaio inossidabile in case private, fai-da-te o hobbisti, si tratta principalmente di acciaio inossidabile o inossidabile. Questo è caratterizzato da uno strato passivo, che si basa principalmente sull'elevato contenuto di cromo di questi acciai inossidabili. Questo strato passivo protegge in gran parte l'acciaio inossidabile, ma può essere danneggiato:

  • attraverso i sali
  • da acidi
  • da altre influenze meccaniche
  • attraverso il contatto con altri metalli

Questo può essere visto più e più volte nelle ringhiere in acciaio inossidabile utilizzate frequentemente. La pulizia convenzionale della relativa ringhiera in acciaio inossidabile non è più sufficiente. Il prossimo passo possibile verso una pulizia più massiccia sarebbe la lucidatura.

Lucidatura di un tubo di acciaio inossidabile per la pulizia

Pertanto, quando si tratta di pulire un tubo di acciaio inossidabile dalla ruggine (ad esempio da altre particelle di metallo) o dalle macchie di acido, la lucidatura è spesso l'unica misura efficace. Tuttavia, in questa forma di pulizia, la superficie deve essere ripristinata nel suo aspetto originale e non ulteriormente rifinita.

Pertanto, sono sufficienti i normali gradi cromati. In caso di ruggine, puoi anche ricorrere a un rimedio domestico provato e lucidare il tubo di acciaio inossidabile con la cola. L'acido fosforico contenuto nella bevanda aiuta molto bene. D'altra parte, tuttavia, sta la lucidatura di un tubo di acciaio inossidabile per ragioni di raffinamento della superficie.

Lucidare un tubo di acciaio inossidabile per la finitura superficiale

Procedere come descritto in dettaglio in "Acciaio inossidabile lucidante". La procedura è multi-livello e richiede una certa quantità di attrezzature di lavoro e orario di lavoro:

  • macinare a granulometria da 400 a 600 (grezzo e opaco)
  • pre-lucidatura (più liscia, ma opaca)
  • lucidatura (semilucida o leggermente lucida)
  • lucidatura con pasta abrasiva (lucido)

L'intensità determina l'effetto successivo

Quando si levigano fino a una granulometria di 600, un opaco e in base alle dimensioni del grano si ottiene anche una superficie ruvida. Durante la pre-lucidatura, la superficie è ancora opaca, dalla lucidatura si imposta una lucentezza di seta. Solo con la lucidatura si ottiene quindi in base all'intensità dell'elevata brillantezza.

Va notato che la lucidatura deve avvenire nel chiostro fino al livello "a raso o leggermente lucido", cioè prima attraverso, poi verticalmente o viceversa. Dalla lucidatura fine può quindi essere lucidato in una sola direzione.

Uso del materiale giusto

Per la lucidatura sono disponibili le paste di lucidatura corrispondenti, che sono colorate in modo diverso per una facile distinzione. Utilizzano anche piastre di lucidatura dura, medio-dura e morbida, che poi vengono in sisal, cotone o materiali simili. Le esatte gradazioni e diversi prodotti spieghiamo in dettaglio e in dettaglio alla guida già collegata per la lucidatura dell'acciaio inossidabile.

Consigli e trucchi

Oltre alla lucidatura come finitura superficiale, esistono altre tecniche per l'acciaio inossidabile. Ad esempio, l'anodizzato in acciaio inossidabile, che in realtà è un Schwarzoxidieren.


Scheda Video: Come raggiungere una finitura a specchio su acciaio inox con una satinatrice