Travi in ​​acciaio in gesso: dovresti prestare attenzione


Quando si tratta di intonacare correttamente le travi in ​​acciaio, ad esempio dopo una ristrutturazione o una nuova costruzione, spesso si ascoltano molte opinioni diverse sulla corretta esecuzione. Ciò che conta di più, e ciò che è importante nell'intonaco, puoi imparare in dettaglio in questo post.

Protezione dalla ruggine su travi in ​​acciaio

Su una protezione antiruggine può essere dispensato con la trave in acciaio in qualsiasi circostanza. Uno strato passivante dovrebbe essere sicuramente applicato. In ogni caso, la verniciatura della trave in acciaio con protezione antiruggine impedirà la formazione di ruggine che potrebbe eventualmente formarsi in seguito, eventualmente addirittura in fessura.

È anche importante che la trave in acciaio si asciughi sufficientemente dopo la spazzolatura. Inoltre, un primer adatto può essere raccomandato prima della pulizia.

Metallo espanso e Rabitz

In modo che l'intonaco successivamente aderisce correttamente, di solito utilizzato metallo espanso. Il metallo espanso è un ottimo trasportatore di gesso, che è anche adatto per questo scopo. Il metallo espanso viene semplicemente teso sopra il supporto e quindi tiene saldamente l'intonaco.

La necessità dell'uso del metallo espanso (o di un altro supporto di gesso idoneo) deriva dal fatto che una trave di acciaio risponde sempre alle temperature, e quindi la già scarsa aderenza del gesso dai movimenti della trave di acciaio (causata dalle variazioni di temperatura) quindi significativamente peggiore.

Rabitz

Anche Ziegelrabitz è un modo per intonacare bene un trasportatore. In questa (molto vecchia) tecnica, con l'aiuto di cui è possibile intonacare altre costruzioni complicate. Viene realizzata una sottostruttura portante di barre d'acciaio (di forma rotonda e diametro circa 5 - 8 mm), sopra la quale viene posato il supporto in gesso. Oltre al metallo espanso può anche servire come trasportatore di gesso qui:

  • maglia nervatura
  • filo di mattoni
  • maglia metallica diversa
  • filo reed (variante classica)

Si utilizza la malta fibrorinforzata (rinforzata con varie fibre, come peli di vitello o setole di maiale), con cui il tessuto viene "espresso" e quindi irruvidito. Questo può quindi essere usato gesso ordinario (dopo la polimerizzazione dell'intonaco espresso).

Ammissibilità dell'intonaco

È importante, tuttavia, determinare se esistano o meno requisiti speciali di protezione antincendio prima di eseguire lavori di intonacatura. In linea di principio, ogni trave di acciaio portante deve avere una guaina ignifuga. Il motivo è che le travi in ​​acciaio possono perdere parte della loro capacità di carico anche a temperature molto basse (da circa 100° C).

Le temperature molto elevate che un incendio comporta possono cedere il passo a travi d'acciaio con una funzione statica in un tempo molto breve, causando il crollo dell'edificio (o parte di esso). Per questo motivo, possono essere necessarie classi di protezione antincendio appropriate per chi lo indossa (F 90, F 180, ecc.).

Le costruzioni Rabitz sono - a seconda della versione - spesso a prova di fuoco. Ad esempio, un soffitto in cartongesso molto semplice soddisfa già la classe di protezione antincendio F 60A. Importante qui, tuttavia, è l'esecuzione professionale e un certificato corrispondente da una società specializzata a riguardo. Un'alternativa potrebbe essere, ad esempio, il travestimento di una trave in acciaio con parti rifinite di Rigips appropriate.

Consigli e trucchi

In alternativa al metallo espanso puoi anche usare un ottimo filo di mattoni. È una vecchia tecnica, ma funziona ancora molto bene.


Scheda Video: Soppalco, consigli per ristrutturare l'appartamento