Acciaio per utensili

Uno dei tanti modi per dividere l'acciaio è lo smistamento in acciaio per utensili e strutture. Tuttavia, questa è solo una delle opzioni di raggruppamento per i tipi di acciaio, in questo caso dopo l'applicazione tecnica. Quali sono le caratteristiche comuni di base di tutti gli acciai per utensili, leggi qui.

Definizione di acciaio per utensili

Al fine di differenziare gli acciai da utensili dagli acciai strutturali, in questo caso l'attenzione si concentra sull'area di utilizzo. L'acciaio per utensili non viene utilizzato solo per realizzare utensili, ma anche per parti e stampi standard.

Le parti standard comprendono tutti i prodotti in acciaio il cui aspetto e le dimensioni sono standardizzati:

  • Viti e dadi
  • Bulloni e coppiglie
  • Cuscinetti e ruote
  • alcuni accessori, alcuni prodotti semilavorati

Le forme, d'altra parte, sono fusioni prodotte utilizzando uno stampo o che formano uno stampo (ad esempio, per la produzione di materie plastiche).

Come si riconosce facilmente, le possibilità di applicazione dell'acciaio per utensili sono quindi molto estese - in pratica solo tutto ciò che non è acciaio dolce.

Proprietà di base degli acciai per utensili

  • elevata resistenza alla trazione
  • elevata resistenza all'usura
  • alta durezza
  • alta tenacia

solo per alcuni acciai si applicano le seguenti proprietà:

  • parzialmente adatto a temperature di lavoro elevate
  • parzialmente resistente alla corrosione
  • parzialmente lavorabile

Divisione degli acciai per utensili

Gli acciai per utensili, come tutti gli altri acciai, possono essere fondamentalmente divisi in acciai legati e non legati.

Gli acciai sono considerati non legati ogniqualvolta i costituenti in lega sono presenti solo in misura molto limitata (meno dello 0,10% della massa per la maggior parte dei componenti e meno per alcuni elementi). Eccezioni a questo sono gli elementi di carbonio, azoto, fosforo e zolfo.

Differenze tra acciai per utensili legati e non legati

Gli acciai per utensili legati vengono sempre utilizzati laddove ci si deve aspettare un maggiore stress dell'acciaio. Puoi anche indurire questi acciai, cosa che non è possibile con acciai per utensili non legati. Gli acciai per utensili legati sono inoltre progettati per temperature operative significativamente più elevate rispetto ai tipi di acciaio non legato.

Tenore di carbonio degli acciai per utensili non legati

Per gli acciai da utensili è evidente il contenuto di carbonio relativamente alto. Mentre gli acciai inossidabili di solito contengono meno dello 0,1% di carbonio, il contenuto di carbonio degli acciai per utensili è tipicamente tra 0,5 e 1,5%, che è significativamente più alto.

Componenti in lega negli acciai per utensili legati

Per migliorare le proprietà dell'acciaio (in particolare resistenza, tenacità e resistenza alla temperatura), alcuni elementi di lega vengono aggiunti agli acciai per utensili. Spesso usato per:

  • cromo
  • vanadio
  • manganese
  • molibdeno
  • nichel
  • Tungsteno e
  • cobalto

Acciaio lavorato a freddo e caldo

La distinzione tra acciai da lavorazione a freddo e a caldo si applica solo agli acciai per utensili legati. Oltre ad alcune altre differenze, gli acciai da lavoro freddi e caldi differiscono principalmente in termini di resistenza alla temperatura.

Gli acciai per utensili da lavoro a freddo sono adatti per temperature fino a 200° C, mentre gli acciai per utensili da lavoro a caldo possono resistere a temperature di esercizio doppie (fino a 400° C). Per temperature ancora più elevate viene utilizzato solo acciaio ad alta velocità (fino a 600° C).

Consigli e trucchi

La migliore composizione possibile di un acciaio per utensili è ora determinata e sviluppata esclusivamente dalla tecnologia informatica. Per questo software viene utilizzato, con il quale i rapporti di quantità possono essere determinati e ottimizzati matematicamente.

Scheda Video: utensili, 10pcs 3 millimetri filo di acciaio per utensili trapano Dremel, by BangGood