Film barriera al vapore - Protezione dall'umidità per l'isolamento termico e il tessuto da costruzione

La pellicola del freno a vapore serve a prevenire la penetrazione del vapore acqueo nell'isolamento termico, senza impedire completamente la diffusione del vapore acqueo. Oltre alle convenzionali pellicole di barriera al vapore, vengono utilizzate le cosiddette membrane climatiche (film con barriera al vapore adatta all'umidità), che sono in grado di adattare le loro proprietà di diffusione al carico effettivo di umidità.

Quando e dove penetra l'umidità in un edificio?

L'umidità entra negli edifici da due lati: da un lato, c'è un accumulo di umidità quando il guscio esterno dell'edificio perde. La protezione dell'umidità corrispondente è fornita dai cosiddetti strati di protezione dalle intemperie, vale a dire il rivestimento esterno del tetto o la parete esterna della facciata. Contro l'umidità di risalita dal basso, gli strati barriera agiscono nella costruzione di base della casa. Inoltre, l'umidità atmosferica (vapore acqueo) dall'interno dell'edificio penetra nella costruzione della parete e l'isolamento termico mediante diffusione o convezione. Nei nuovi edifici, l'umidità dell'edificio causa un ulteriore carico di umidità sullo strato isolante e sul tessuto dell'edificio.

Tabella 1: esposizione all'umidità interna degli edifici

Tipo di carico di umiditàUmidità della stanza (g / ora)
doccia700
Baden260
Persone - facile attività fisica60
Persone - lavoro fisico moderato120 – 200
Persone - lavoro fisico pesante200 – 300
Lavori in cucina (mezzi giornalieri)100
piante d'appartamento2 – 20
Lavanderia - tamburo da 4,5 kg - filato50 – 200
Lavanderia - Tamburo 4,5 kg - gocciolante100 – 500

Cosa fanno i film barriera al vapore?

L'umidità sotto forma di vapore acqueo si accumula in tutti gli edifici. Fondamentalmente, si diffonde da zone calde a zone fredde - in inverno, dalle stanze interne riscaldate verso il muro esterno. Nella stagione calda, determinate condizioni climatiche con aria esterna calda e molto umida possono anche portare alla cosiddetta diffusione inversa - la diffusione dell'umidità dall'esterno all'interno dell'edificio. Gravi danni strutturali possono verificarsi se si riflette l'umidità sotto forma di condensa nello strato isolante o tra lo strato isolante e le pareti. Una barriera al vapore riduce al minimo la penetrazione dell'umidità nell'isolamento termico.

Scopo dell'installazione di una barriera al vapore

Un isolamento completamente a prova di vapore - una cosiddetta barriera al vapore - è difficilmente realizzabile nella pratica. Tuttavia, le pellicole barriera al vapore causano la maggior parte dell'umidità non penetra nello strato isolante, rimane all'interno dell'edificio e viene scaricata sfogando verso l'esterno. In una certa misura, tuttavia, le pellicole dovrebbero, dalla prospettiva di oggi, essere aperte alla diffusione, in modo che l'essiccamento nonostante la penetrazione dell'umidità sia possibile. Allo stesso tempo, i film barriera al vapore e la struttura complessiva dello strato isolante influenzano la localizzazione del cosiddetto punto di rugiada.

Qual è il punto di rugiada?

Il punto di rugiada o la temperatura del punto di rugiada indica il valore di temperatura al quale il vapore acqueo contenuto nell'aria si condensa come condensa a una pressione costante. La condensazione (condensa) si deposita quindi in punti in cui la temperatura del materiale isolante o di costruzione è inferiore alla temperatura del punto di rugiada. L'umidità relativa al punto di rugiada è 100 percento. La temperatura del punto di rugiada aumenta con il grado di saturazione dell'umidità dell'aria.

Esempio di calcolo e scenari del punto di rugiada

La norma DIN 4108 (isolamento termico e risparmio energetico negli edifici) prevede l'isolamento di case non climatizzate e l'installazione di uno strato isolante sufficientemente spesso secondo le disposizioni dell'Ordinanza sul risparmio energetico (EnEV) 2014, l'introduzione di una pellicola di barriera al vapore o barriera al vapore. Per il calcolo del punto di rugiada, questo standard presuppone una temperatura esterna di - 10° C e una temperatura interna simultanea di + 20° C. Il punto di rugiada viene raggiunto quando la temperatura della superficie è inferiore a + 12,6° C. A seconda del posizionamento della barriera di vapore, ciò può comportare diversi scenari di punto di rugiada:

  • Il caso ideale: il lato della stanza del film barriera al vapore è così caldo che nessuna acqua di condensa può depositarsi lì. Allo stesso tempo, il valore della barriera al vapore del film è sufficientemente alto da impedire completamente la diffusione del vapore acqueo nello strato isolante.
  • Bassa diffusione: piccole quantità di vapore acqueo si diffondono nello strato isolante, ma la natura a diffusione aperta dell'isolamento termico e della parete esterna significa che la maggior parte di questa umidità viene dissipata verso l'esterno. Di norma, questo scenario è indicato per l'isolamento termico con barriera al vapore.
  • Il caso peggiore: la temperatura superficiale della barriera al vapore è + 12,6° C. L'acqua di rugiada viene creata sul lato della stanza o sullo strato isolante. L'umidità del materiale isolante riduce le prestazioni di isolamento o lo solleva completamente. Se l'umidità non evapora o si disperde, può causare danni significativi all'umidità.

Danni dovuti all'umidità dovuti alla convezione

Questi tre scenari di dewpoint riguardano ciascuno la diffusione del vapore acqueo. Viene fatta una distinzione tra i problemi di umidità causati dalla convezione. Nella fisica della costruzione, la convezione è un flusso di aria calda e umida, con cui il vapore acqueo entra nello strato isolante e nel tessuto dell'edificio. La convezione del vapore acqueico inevitabilmente e in breve tempo a danni di umidità di vasta portata. Particolarmente colpite sono le costruzioni in legno e gli edifici con struttura in legno.

Danni alla convezione: danni nel film barriera al vapore e ponti termici

Il danno alla convezione è causato da perdite e fessurazioni nel film barriera al vapore e ponti termici. Queste ultime sono aree da cui il calore viene dissipato più rapidamente dagli interni rispetto alle aree adiacenti di un muro isolato. Vi è un aumento del rischio di ponti termici, ad esempio, in corrispondenza di aperture di finestre e porte, connessioni di tubi, travi e altre costruzioni di travi. In questi punti è necessario un isolamento termico particolarmente attento.

Confronto: effetti della diffusione dell'umidità e della convezione

Se una pellicola di barriera al vapore ha una fessura di 1 m di lunghezza e 1 mm di larghezza, la convezione creerà fino a 60.000 volte più umidità nella parete rispetto alla diffusione dell'umidità attraverso un pannello di cartongesso di 12,5 mm in un'area di 1 m2.

Consigli e trucchi

Una progettazione e installazione difettose dell'isolamento termico con film barriera al vapore possono avere gravi conseguenze. L'introduzione dei film dovrebbe quindi essere effettuata solo sotto la supervisione di un esperto o da un artigiano specializzato. I fattori per la pianificazione esatta di tale isolamento sono, ad esempio, le condizioni della sostanza edile, il carico statico e dinamico dell'umidità dell'edificio e il materiale isolante utilizzato.

Barriera al vapore o barriera al vapore?

I materiali da costruzione hanno un valore definito di barriera al vapore (resistenza alla diffusione del vapore acqueo). Questo descrive la resistenza specifica che un materiale può opporsi all'umidità rispetto ad uno strato di aria ugualmente spessa e statico. Tuttavia, questo valore non si riferisce allo spessore reale dei materiali da costruzione o degli isolanti. Le sostanze a diffusione aperta hanno una resistenza alla diffusione del vapore acqueo relativamente bassa.

Il valore sd

Il fatto che un materiale agisca come barriera al vapore o barriera al vapore viene quindi definito sulla base dello spessore dello strato d'aria dipendente dalla diffusione del vapore acqueo (valore Sd). Il valore Sd indica la resistenza che il materiale concreto offre a una corrente di vapore. Viene espresso in m, calcolato moltiplicando la resistenza alla diffusione del vapore acqueo (μ) per lo spessore di questa sostanza. Alcuni materiali isolanti sono già a prova di vapore a causa delle loro proprietà materiali. Ad esempio, i pannelli isolanti in schiuma di vetro / vetro espanso hanno solo un valore Sd molto basso, quindi non possono essere utilizzati per strutture che richiedono una struttura permeabile al vapore.

Classificazione secondo lo standard DIN 4180-3

La DIN 4108-3 classifica tutti i materiali in base al loro valore Sd come permeabile al vapore, antivapore o blocco del vapore. Le vere barriere al vapore sono sostanze con un valore Sd <1.500 m.

Tabella 2: Valori limite Sd per materiali da costruzione e isolanti

Valore SD (m)proprietà di diffusione
m <= 0,5materiale permeabile al vaporem> 0.5 e <1.500materiale ritardante di vaporem> = 1.500barriera al vapore

Tendenza verso barriere di vapore moderate e isolamento termico aperto alla diffusione

La tendenza è oggi quella di moderare i freni a vapore con un valore Sd relativamente basso da 2 a 5 m. Sono in grado di limitare efficacemente la formazione di condensa nella stagione fredda, ma allo stesso tempo consentono la re-essiccazione dell'ingresso di umidità in estate. In molte soluzioni di isolamento può essere completamente dispensato da una continua costruzione a diffusione aperta della costruzione della parete e dell'isolamento termico. Ecco, ad esempio, i punti di forza del silicato di calcio come isolante a diffusione elevata, che viene spesso utilizzato nella ristrutturazione di vecchi edifici incluso l'isolamento interno delle pareti esterne. Molti materiali isolanti naturali sono anche altamente permeabili e attivi capillari.

Aree di applicazione e posa di film barriera al vapore

Alcuni tipi di isolamento richiedono l'integrazione di film di barriera al vapore nel progetto, indipendentemente dall'apertura di diffusione del sistema a parete. Questi includono, ad esempio, l'isolamento del tetto (isolamento del tetto ripido, isolamento del tetto piano) e l'isolamento termico delle case in legno e costruzioni in legno.

Regole di base per l'installazione

Importante per la posa professionale di film barriera al vapore sono due punti fondamentali:

  • Tenuta: durante la posa delle lamine, non devono esserci perdite e il danneggiamento della barriera al vapore deve essere escluso in sicurezza. Le pellicole dei freni a vapore sono sovrapposte e prive di sollecitazioni. Di solito sono attaccati dalla pinzatura. La sigillatura in punti di sovrapposizione e di connessione (ad es. Tubi, travi, aperture per finestre, cassonetti per avvolgibili) viene eseguita con adesivi sigillanti o nastro adesivo speciale.
  • Aumentare l'apertura alla diffusione verso l'esterno: la natura aperta alla diffusione di un tetto isolato termicamente o di una costruzione di facciata deve aumentare verso l'esterno. Il film barriera al vapore è posto sotto lo strato isolante all'interno. Come regola generale, la loro resistenza al vapore deve essere sei volte superiore rispetto alla struttura del resto della costruzione.

Materiali per film barriera al vapore

Nella misura in cui il materiale isolante stesso funge da barriera al vapore, oltre alla sigillatura delle connessioni e alle transizioni alla muratura, può già essere stata raggiunta una resistenza al vapore sufficiente. Inoltre, vari materiali sono adatti come film barriera al vapore in questione:

  • guarnizioni bitume
  • Foglio di alluminio: parzialmente in combinazione con altri materiali
  • Isolamento in fibra di vetro con laminazione in lamina di alluminio
  • Pellicole di plastica: generalmente in polipropilene o polietilene
  • Barriere al vapore adattabili all'umidità (membrana climatica)

Freni vapore a prova di umidità

Il valore Sd delle pellicole barriera al vapore con adattamento all'umidità ("barriere vapore intelligenti", membrane climatiche) varia a seconda del carico di umidità nelle immediate vicinanze del film. Sono quindi in grado di adattarsi alle diverse condizioni di umidità e all'umidità trasportata lontano dallo strato isolante all'interno degli interni. Le barriere al vapore adattive all'umidità sono anche film plastici. Sono fatti di poliammide e di solito sono laminati per proteggere dai danni con un panno morbido.

Riaccensione e azione specifica stagionale

Tra le altre cose, le membrane climatiche hanno un effetto stagionale specifico: in inverno impediscono, come tutte le altre pellicole di barriera al vapore, la penetrazione del vapore acqueo nel tetto isolato o in una parete termicamente isolata. In estate, tuttavia, i film sono permeabili al vapore. Se l'umidità si è accumulata nella parete o nello strato di isolamento, sarà scaricata sia all'esterno che all'interno. Con questa proprietà, queste pellicole di barriera al vapore forniscono anche una protezione efficace contro la diffusione dell'inversione estiva. Il controllo delle proprietà di diffusione del film attraverso la rispettiva effettiva tensione di vapore.

Aree di applicazione delle membrane climatiche

Le membrane climatiche sono adatte ad esempio per:

  • Isolamento del tetto in edifici nuovi: le travi di legno incorporate di una nuova capriata continuano a ricevere umidità negli edifici: se si utilizza un film convenzionale a barriera di vapore, è possibile fuoriuscire attraverso la membrana del sottotetto permeabile al vapore verso l'esterno del tetto. Una pellicola barriera al vapore adattabile all'umidità consente non solo la regolazione permanente dell'umidità, ma anche una duratura asciugatura del tetto.
  • Ristrutturazioni di vecchi edifici: un isolamento termico all'interno, al cento per cento a prova di vapore, è difficilmente attuabile per rinnovamenti energetici. Le pellicole di barriera al vapore adattabili all'umidità supportano il successo di rinnovamento sostenibile e la conservazione a lungo termine del tessuto dell'edificio.

Consigli e trucchi

Le pellicole di barriera al vapore con adattamento all'umidità "perdonano gli errori", in quanto supportano l'apertura di diffusione della soluzione di isolamento e un equilibrio attivo dell'umidità della struttura del tetto o della parete. Offrono quindi vantaggi sia per i nuovi edifici (disidratazione dell'umidità degli edifici) che per il rinnovamento energetico delle case più vecchie.

Scheda Video: