Dimensionate correttamente la stufa a legna - dovreste fare queste considerazioni


Le stufe sono alla moda Tuttavia, vi è spesso incertezza sulle prestazioni del forno. In questo articolo scoprirai quale riscaldamento è utile in quali circostanze. Leggi in questo articolo come trovare la stufa giusta per te.

Determina la potenza termica

La produzione di calore delle stufe a legna è solitamente espressa in kW (kilowatt). Le specifiche del produttore di stufe sono piuttosto importanti, ma dalla vista o dalle dimensioni del forno, si può facilmente intuire.

Ad esempio, le stufe da bar semplici e vecchie hanno una potenza termica di circa 10 kW, nonostante un focolaio molto piccolo. Al contrario, le moderne stufe a legna del negozio di bricolage nella maggior parte dei casi ne costituiscono solo una terza.

È importante notare, tuttavia, che questi valori sono solo medie approssimative. Vengono raggiunti solo se il forno funziona correttamente.

Di quale potenza di riscaldamento ho bisogno?

Questo dipende fondamentalmente dall'uso per il quale si determina il forno:

  • come riscaldamento completo per una zona o anche per una (più piccola) casa
  • come riscaldamento supplementare con potenza di riscaldamento ridotta del riscaldamento completo
  • come una possibilità di riscaldamento, soprattutto per l'intimità nella stanza

Soprattutto nell'ultimo caso dovresti scegliere la potenza di riscaldamento più bassa possibile. Le camere surriscaldate sono tutt'altro che accoglienti e non è logico dover aprire le finestre per eliminare l'eccesso di calore.

Inoltre, il fabbisogno di riscaldamento dipende anche dalle dimensioni della stanza / casa e dalla costruzione.

Valori guida per le esigenze di riscaldamento di diversi edifici

I vecchi edifici e soprattutto le vecchie case, in cui non è presente l'isolamento, hanno una richiesta di riscaldamento molto elevata. In media, è di circa 0,15 - 0,2 kW per metro quadrato. Se si desidera utilizzare una stufa a legna come riscaldamento completo qui, è necessario fare considerazioni speciali.

Le case più vecchie, non particolarmente efficienti, hanno una richiesta di riscaldamento di circa 0,08 kW per metro quadrato. Per gli edifici leggermente più isolati dagli anni '90 in poi, hanno una richiesta di riscaldamento di circa 0,06 kW per metro quadrato come linea guida. Per edifici completamente isolati e moderni costruiti negli ultimi 10 anni, è possibile prevedere una riduzione di circa 0,045 kW per metro quadrato.

Questi sono solo valori indicativi approssimativi per il riscaldamento completo. Per compensare le fluttuazioni inevitabili, dovresti moltiplicare il risultato per 1.5. Con questo siete al sicuro per quanto riguarda la potenza di riscaldamento.

riscaldamento supplementare

Con i riscaldatori aggiuntivi, dipende sempre da cosa può fare il riscaldamento standard. Di norma, in un edificio abbastanza ben isolato, è sufficiente una minima produzione di calore per aumentare la temperatura della stanza di alcuni gradi.

stufe

Per le stufe in maiolica devi calcolare qualcosa di diverso. Qui, il calore del forno viene gradualmente irradiato, spesso per un massimo di un giorno e mezzo. Il corretto dimensionamento di una stufa in maiolica è quindi sicuramente una questione per uno specialista.


Scheda Video: