Riscaldamento a legna in vecchi edifici senza impianti di riscaldamento


Se possiedi una vecchia casa o anche un edificio quotato, a volte ti chiedi se non potrebbe essere riscaldato in stile con le stufe a legna. Se questo ha senso, e quali problemi possono sollevare, puoi leggere in questo post. Inoltre troverai alcune soluzioni collaudate che possono aiutarti.

Potenza di riscaldamento necessaria

Il problema con i vecchi edifici senza isolamento è che il calore lascia le stanze molto rapidamente. Di conseguenza, è necessaria una potenza termica relativamente elevata per mantenere l'edificio caldo anche a basse temperature esterne.

Da un punto di vista puramente teorico, ci si può aspettare un fabbisogno di riscaldamento di almeno 0,15 kW per metro quadrato per vecchi edifici, a seconda del metodo di costruzione. In singoli casi, tuttavia, questo valore può anche essere significativamente più elevato:

  • a finestre molto permeabili e spumeggianti
  • a temperature esterne molto fredde
  • in caso di problemi di umidità nella muratura (le stanze restano umide nonostante il riscaldamento sia sufficiente)

Quindi per una stanza di 20 metri quadri si ha un fabbisogno di calore teorico di circa 3 kW, ma se la struttura dell'edificio è sfavorevole, ci si può aspettare 4 kW (case in pietra a graticcio). Come fattore di sicurezza, la domanda viene solitamente moltiplicata per 1,5.

Ciò significa che il loro pratico fabbisogno di riscaldamento è di circa 4,5 - 6 kW, per rendere le stanze davvero calde. Questo corrisponde all'incirca alle prestazioni di un forno da officina economico dal negozio di ferramenta - per camera, attenzione.

Un semplice, tradizionale fornello da bar porta una potenza di circa 9 kW, quindi può essere utilizzato per riscaldare la "stanza buona", o fornire al tubo della stufa ancora una stanza laterale più piccola con il calore.

Stufe in maiolica e "stufe di base"

Le stufe piastrellate sono particolarmente problematiche da calcolare. Qui devi calcolare un valore di base e da questo valore di base determinare una media giornaliera approssimativa. Di norma, questi valori medi sono troppo bassi: la necessità di riscaldare un vecchio edificio con una stufa in maiolica è praticamente impossibile. La produzione di calore media al giorno per una stufa in maiolica è nella maggior parte dei casi intorno ai 6 kW.

Bullerjan

Il classico "Bullerjan" può essere un'alternativa per vecchi edifici. Questi forni non sono economici, ma sono disponibili fino a una potenza di circa 15 kW. La "versione industriale" dei forni Bullerjan può fornire fino a 30 kW di potenza - singoli modelli anche fino a 45 kW.

ricarico

Per ottenere il massimo calore da un forno, è necessario riempire il più regolarmente possibile. Questo è difficile con molti piccoli forni singoli. Forni di dimensioni più grandi - possibilmente con una sacca d'acqua - possono fornire una soluzione qui.

Pellet in alternativa

Un'altra possibilità sarebbe quella di bruciare pellet come materiale sfuso se il forno può essere adattato a tale scopo. Questo è difficile per molti modelli.

La variante classica è il forno a segatura, che è improbabile utilizzare oggi. Da un lato, le emissioni di scarico di queste stufe non sono molto buone, d'altro canto c'è il rischio di deflagrazione.


Scheda Video: stufe a legna - stufa ad accumulo Tonwerk - Assorbitore ad acqua - tonwerk-ag.com